Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on Lug 30, 2013 in Flora e Riserve | 0 comments

Riserva naturale fondo toce

Riserva naturale fondo toce

Riserva Naturale Fondo Toce La riserva naturale speciale di Fondo Toce é costituita dalla parte terminale del fiume Toce e dalla piana da questi formata. La riserva é integralmente ubicata all’interno del comune di Verbania e costituisce una delle ultime zone umide presenti sul lago; il fatto di essere immersa in una zona fortemente urbanizzata la rende ancora più interessante. La riserva é abitata da moltissimi rettili come la biscia d’acqua e la tartaruga palustre, anfibi quale la rana verde, mammiferi come le volpi e le faine ed infine uccelli. Si sviluppa su di una superficie di una trentina di ettari, compresa tra la parte finale del fiume Toce e le rive del Lago, chiusa verso l’entroterra da vegetazione a salice e da una ricca flora. La riserva é quasi totalmente costituita da palude a canneto, tra gli ultimi rimasti di tutto il versante occidentale del Lago Maggiore e costituisce un luogo ideale per la riproduzione dei pesci di lago, quali carpe, lucciole e trinche nonché per la riproduzione...

Read More

Posted by on Lug 15, 2013 in Spiagge | 0 comments

Lago Mergozzo

Lago Mergozzo

Un tempo ramo del Lago Maggiore, il Lago di Mergozzo sito appena fuori Verbania, passata la frazione di Fondotoce, costituisce oggi probabilmente il lago più pulito d’Italia. Il Sinus Mergotianus, ovvero questo piccolo lembo di Lago Maggiore, risulta ad un livello planimetrico superiore di circa due metri rispetto quello del  Verbano. Un piccolo canale collega i due laghi, tuttavia il dislivello da affrontare nel breve tragitto che li separa, rende tale canale non navigabile. Il canale costituisce l’unico sbocco del piccolo lago che invece é alimentato da vari torrentelli come il rio Rascina ed il rio Valle dei Noc, oltre che il Toce stesso. Il Lago di Mergozzo, che prende nome dall’omonimo comune che in esso si affaccia,  é uno specchio d’acqua largo nel suo massimo circa 2.5kilometri e lungo circa un kilometro. Sono due gli elementi che contribuirono nei secoli alla sua nascita: il lento e costante depositarsi di materiale alluvionale trasportato dal fiume Toce, materiale che ha dato appunto origine alla piana del fondotoce che oggi separa...

Read More

Posted by on Lug 15, 2013 in Spiagge | 0 comments

La Navigazione nel Lago Maggiore

La Navigazione nel Lago Maggiore

Verbania é da sempre protagonista della storia del Lago Maggiore ed ovviamente ha vissuto in primo piano anche gli eventi legati alla navigazione sullo stesso. Infatti una città centrale sia per vita sociale che per ubicazione geografica, quale é Verbania, rispetto al lago maggiore si pone come punto di passaggio indispensabile, anzi come centro focale attorno al quale si sviluppa la vita e la storia del lago stesso. Intra e particolarmente Suna da sempre sono state punto di raccolta e di spedizione verso Milano di tutte le materie, legnami, prodotti, marmi che provenivano dall’Ossola e dalle valli adiacenti. Anticamente la navigazione nel lago maggiore avveniva per mezzo di barconi, dotati di vela quadra. Fu nella seconda decade del 1800 che la navigazione moderna nel Lago Maggiore ebbe inizio con il varo, nel braccio svizzero del lago stesso, del “Verbano”, il primo battello a vapore interamente realizzato in legno. Diciotto anni dopo, nel 1842, seguì il varo del “San Carlo”, secondo battello a vapore a solcare le acque del lago,...

Read More

Posted by on Lug 15, 2013 in Flora e Riserve | 0 comments

La flora della fascia collinare del Verbano

La flora della fascia collinare del Verbano

Ovviamente gli effetti mitigatrici della presenza del lago Maggiore sul clima non si fermano alle immedite adiacenze del lago ma si notano anche nella zona collinare che lo circonda. La vegetazione che ivi troviamo é di tipo forestale. Nocciolo, robinia, ciliegio selvatico ed ontano nero, ma anche abete rosso e pino strobo dominano il bosco misto a latifoglie. Alcune di queste essenze, quali la robinia e il pino strobo, cui si aggiunge qualche esemplare di quercia rossa, sono originari dell’america del nord e vennero qui importate ed ormai sono pienamente naturalizzate, ovvero si riproducono in questa zona come se fossero nel loro ambiente natio. Laddove invece l’acqua ristagna ed il suolo é umido cambia il tipo di vegetazione. Il bosco qui é dominato da frassini e ontani neri, mentre nel sottobosco troviamo una specie rara e protetta, una felcie, l’osmunda regalis, cui si affiancano ciclamini spontanei, altra pianta ormai protetta. Ma anche primule, crocus e anemoni fioriscono nei sottoboschi umidi nel corso della primavera. Laddove interviene l’uomo, dissodando il...

Read More